3 libri a 10€

Troppo-bianca-per-restare-web.jpg

Non si riassume un romanzo in un giorno come questo, un giorno di molti "ho fatto tutto quello che potevo". Chissà se Bianca ha fatto davvero tutto quello che poteva, chissà se Paolo avrebbe potuto in qualche modo trattenerla, e se Marco, quel Marco, la amava davvero. In questa storia ordinaria l'amore è un pretesto, l'esistenza un accidente quasi puro e noi leggiamo e troviamo il nostro senso, ci sforziamo di dare spiegazioni puntuali, siamo disposti a emettere un giudizio che sia validissimo, universale. Siamo così terreni, parziali, aggrappati disperatamente al solo patto possibile, l'accordo tra due innamorati di lusingarsi a vicenda e di farlo con poca grazia, incuranti del resto del mondo. In un giorno come questo, non si riassume un romanzo, lo si scrive.

Nero-rosso-di-donna-Fronte.jpg

Maria Maddalena è senza dubbio una figura storica ma, da due millenni, ci sfugge una sua identificazione precisa: la circonda un alone di mistero, di proibito e di ambiguo, che le conferisce un fascino inquietante e irresistibile. La Santa è un enigma arcaico e, al contempo, sempre nuovo. Il saggio è incentrato sull'analisi, nel lasso temporale che intercorre fra Medioevo e Rinascimento, del nascere e dello svilupparsi del mito di Maria Maddalena, del diffondersi capillare della sua devozione e del conseguente riflesso sulle arti figurative. L'autrice si sofferma sugli attributi iconografici, la lunga chioma e la veste rossa in primis, che caratterizzano la figura della Santa: espressione delle paure inconsce degli uomini, impegnati nel tentativo di risolvere l'enigma del femminile attraverso il ricorso a stereotipi sessisti. Ogni epoca ha una sua lettura interpretativa di Maria Maddalena, ossia della Donna-Dea.

Il baule.jpg

A Vanni Ossarg, brillante giornalista, viene recapitato un baule nel quale egli ritrova le sue radici, alcuni tasselli che gli consentono di ricomporre il quadro della sua famiglia d'origine. Le lettere dei suoi genitori biologici, pur non intaccando l'amore che ha sempre nutrito per quelli adottivi, aprono nuovi scenari che mai avrebbe immaginato perché delineano i lineamenti psicologici e sociali di chi lo ha partorito ma gli consegnano anche la certezza che non li avrebbe mai incontrati: non ci sono più. Dall'incontro del tutto casuale con Lisa, dal presente non meno torbido del passato, nasce una relazione a tinte forti che lo aiuta a stemperare il peso di ricordi che lo tormentano, acuiti dalle rivelazioni sulle sue origini. Il romanzo si snoda su un percorso a ritroso nel tempo per meglio delineare i personaggi e capire le motivazioni delle loro scelte. Fondato su un'approfondita analisi introspettiva, "Il baule" disserta su temi scottanti come il traffico di opere d'arte di provenienza illegale, abbracciando un arco temporale di diversi decenni.

Euterpe%20UNITO.jpg

Euterpe è una delle nove muse della mitologia greca, quella della musica. Zeno, musicista in eterna fuga, che si è appena trasferito nella città di S., la conosce bene. L'arte è un'amica capace di confortarlo e di guarirlo. Cosa accadrebbe, però, se la musa si trasformasse in una nemica, in una rivale misteriosa, dalla voce incomprensibile e dalla terribile forza seduttiva? Zeno lo scoprirà ascoltando la storia di Teresa, una donna scostante e amara. In un ritmo alternato di musica e silenzio, i due protagonisti metteranno a nudo le proprie ossessioni e le proprie ferite, rivelandosi con timore l'uno all'altra. L'arte può essere voce e silenzio, può essere espressione di vita o anche di morte. C'è un unico modo per cucire i lembi di ogni ricordo doloroso, per trasformare la musa da nemico invincibile a tenera amica, ossia abbandonare i propri fantasmi e concedersi all'amore.

Strega-Borghese-Fronte.jpg

Carmen, la "strega plebea" di Villasor, è costretta ad abbandonare il paese in cui è cresciuta per raggiungere Bosa. In fuga dopo aver assassinato il padre, il Priore, ritornerà al castello Malaflores alla ricerca di un rifugio e di risposte sulla sua vita e sulle strane doti possedute. Qui, tra il mondo reale e il mondo onirico, lontana da malelingue e dal conflitto che scuote il mondo, farà luce sulla sua identità e sulla triste sorte che le è stata donata sin dalla nascita: una condanna da cui non può liberarsi, costretta a combattere contro forze misteriose e oscure che solo lei potrà tenere a bada e che la trasformeranno in "Strega borghese". Tra gatti neri, leggende e magia, la Sardegna farà da sfondo a storie di donne, vite intrecciate indissolubilmente nel dolore e nella continua lotta per il domani.

Gli-occhi-ciechi-delle-madri-Fronte.jpg

Miriam è una madre single dal passato complicato, segnato da un’infanzia abusata. Si destreggia come può tra il lavoro e l’educazione della figlia Alice, che a dieci anni già si ritrova a fare i conti con una vita avara. Rachele è un’ultrasettantenne annoiata e masticata dal rancore. Il suo rapporto con la figlia Miriam è tenuto in piedi esclusivamente dalla presenza della nipote. Rosalia è sempre stata una figlia, una moglie e una madre irreprensibile. Con la decisione di separarsi sconvolge non solo il marito, ma anche la madre e la sorella che mai l’avrebbero fatta capace di una simile scelta. Vittoria è un’anziana vedova che ha messo la sua felicità nelle mani della figlia prediletta, Rosalia. Turbata dal suo desiderio di separazione, mette in discussione il suo passato. Poi ci sono gli uomini. Alfredo, marito tradito e abbandonato che si lascia trascinare nel baratro da una profonda angoscia, nella logorante attesa che Rosalia possa tornare sui suoi passi. Mario, il vicino di casa esageratamente premuroso. Giorgio, il marito assente, che sceglie la carriera a scapito della famiglia e infine Cesare, capace di amare e ferire con la stessa profondità.

Il ritorno dell'Arcivento fronte.jpg

Una figura mutilata riemerge da un vulcano in eruzione al sopraggiungere del terrificante Vento Tagliente di nord-est. È il rinnegato Mork A-Dem, tornato dal mondo sotterraneo degli Oscuri con l'intento di far tacere per sempre la Musica, fonte occulta di tutta la magia nel continente. Potenziando le armi dei barbari e spaventosi Orgass, confinati da sempre nelle loro terre, lo stregone li guiderà alla conquista delle città degli Elfi Marini e dei mezzosangue di pianura. Senza il sostegno della Musica nessun regno riuscirà ad opporsi alla sua offensiva. Toccherà quindi a Rehman, guerriero-ragazzo, Simeon il bardo e un Elfo marinaio difendere l'ultimo baluardo ancora salvo, la Piana Mater, viaggiando in cerca di aiuto fra foreste albine, paludi allucinogene e mari che mangiano il tempo, accompagnati dal Mago Listrikhorn che, infiacchito dall'alcool, insegue un difficile riscatto nella mistica isola di Eughen. Ma sarà solo la saggezza della Regina Alacorvina che ribalterà le sorti della guerra con un anomalo scontro senza violenza. Età di lettura: da 9 anni.

L'alchimia-dei-sensi-Fronte.jpg

Estirpare il velo di volgarità dalle cose e lasciar respirare sinuoso Eros è una dote preziosa di coloro che, nella loro viva carne, sanno che la scrittura può riportare su un corpo, poco conosciuto nella sua essenza, un raggio di luce calda capace di destare i sensi sopiti del desiderio. Messaggero del sé attraverso la rivelazione fenomenica di una corporeità inquieta, l’erotismo, sommerso dai detriti della trivialità, viene invitato all’emersione in superficie, alla fioritura di nuovi natali. Destato con fascino subliminale, sensuale, l’Eros si avvia quindi a dispiegare la sua forza nei centri energetici del corpo, i quali, sotto l’impulso dell’ispirazione, si aprono lenti e dolci, come ninfee dischiuse, come chakra addormentati che, pulsando energia, generano setoso filo bianco, piacere morbido come petali di loto in danza, gocce di rugiada perlata. Non è un caso che nella narrativa esista il genere erotico e non è altrettanto un caso che, del genere di cui trattasi, vi siano maestri e maestre. In questa raccolta troverete 10 giovani autori che si cimentano con racconti diversi, ma tutti con l’intento di penetrare l’interiorità erotica del lettore.

Mani di mandarino 1.jpg

Nella Catania fascista degli anni ’30, Gabriele inizia a confrontarsi con gli altri ragazzi e a mettere in discussione quell’identità da maschio siciliano che il mondo vorrebbe imporgli. La sua lotta interiore ha origine dalla scoperta di una sessualità diversa, da una segreta attrazione per i “masculi” e da un amore taciuto, nato tra i banchi del liceo. Solo quando conoscerà Calogero, nella sua coscienza ci sarà una svolta reale. Sullo sfondo, intanto, scorre una molteplicità di storie: gli incontri clandestini degli arrusi, pederasta passivi, a piazza Alcalà, le amicizie e gli amori proibiti, gli scandali famigliari e la condizione delle “fimmine”. Quando la grande Storia irromperà nelle giornate di Gabriele, inasprendo le leggi contro gli arrusi, quei masculi che sembravano così forti si mostreranno impotenti. Sarà la forza delle “fimmine” sicule a determinare, nel bene e nel male, il destino di tutti.

Metus.jpg

Metus racconta la storia di Brent Smith, nome finto come tutto il resto della sua vita. È un serial killer, un uomo senza passato, spinto dal solo istinto di uccidere. Dopo anni di efferati omicidi, viene arrestato e condannato al carcere a vita. La sua attività da assassino, però, non si conclude. Due loschi detective decidono di servirsi di Smith. Fanno un patto con lui, dandogli la possibilità di continuare a sporcarsi le mani, ma saranno loro a designare i bersagli. La proposta è interessante, ma la situazione comincia a cambiare quando Brent, durante le sue missioni omicide, incontra una misteriosa donna che pare conoscere molto bene il suo passato e anche il suo presente. Gli offre la libertà in cambio di aiuto per far evadere dal carcere un suo compagno d'armi. Smith è pronto ad accettare l’incarico, ma ciò che più gli interessa non è la libertà, ma sapere qualcosa sulla sua identità frammentata.

Precariopoli-Fronte.jpg

Un giovane disoccupato s’imbatte per caso in un bando di concorso elusivo e misterioso quanto una loggia massonica. In palio c’è un solo posto come titolista di film porno.La prospettiva è irresistibile, ma che conseguenze può comportare? È quello che scopre a sue spese Mariotti Mario, precario, timido e incline al disfattismo, non appena decide di concorrere al lavoro della sua vita.Trovandosi circondato da una cerchia di amici improbabili e marginali come lui, Mario deve difendere la segretezza del suo progetto, sfuggendo ai giudizi taglienti del Filosofo e alle avventurose strategie lavorative dello Sbadante, per dimostrare a se stesso e al mondo di poter riuscire. Solo che l’impresa non è affatto semplice e richiede l’aiuto di un peso massimo della materia, il portiere esperto di trash Signor Borrelli, l’uomo senza nome e senza pudore che diventerà il suo trainer. In una narrazione immersa nel quotidiano, si dipanano situazioni grottesche e surreali, per seguire gli sforzi di un ragazzo qualunque, immerso nei meccanismi di un mondo più difficile di quanto non desideri. Una vicenda impossibile, che può essere una metafora del nostro rapporto con la vita ai tempi della crisi.È una maniera di sorridere, senza cinismo e con un pizzico di speranza, sulla realtà giovanile e le sue grandi sfide.

Il-giorno-prima-della-partita-1.jpg

Il giorno prima della partita descrive, attraverso un’antologia di racconti divisa in due sezioni, le istantanee di alcuni calciatori finiti nel dimenticatoio e di un affollato quanto solitario campionario umano, composto da figure in pena di sé, votate al destino errante di chi cerca sollievo e spensieratezza, in mezzo a un mare di angosce e preoccupazioni.La sezione intitolata "Racconti dal calcio d’angolo" tratta in maniera poetica le vicende di atleti meteora. Da Kanu a Portaluppi, passando per le avventure dei ragazzi di vita di Pasolini. La sezione "Dopo la partita" raccoglie le nostalgie e le inquietudini che, dai ricordi d’infanzia alle disillusioni della maturità, attraverso luoghi e oggetti simbolo, sconvolgono e recuperano le vite di coniugi in crisi, di condomini misteriosi e di bambini adulti. I racconti de "Il giorno prima della partita" uniscono e separano i destini di chi, in fondo, non teme altro che la propria sorte.

Rebus.jpg

Giona vive un’esistenza monotona, scandita da gesti abitudinari e da appuntamenti di routine. Lavora come assicuratore e una volta a settimana si incontra con una donna. Una sera viene fermato da uno sconosciuto. Questi giura di conoscerlo, ma si rivolge a lui chiamandolo “Signor Amos”. È l’inizio di un viaggio senza direzioni e senza destinazioni. Giona fa i conti con un succedersi incontrollato di avventure oniriche, che, al di là della sua volontà, confonderanno il mondo reale con quello immaginario. Figure che s’improvvisano soccorritrici nel suo labirinto di disperazione, donne e seduzioni, ammiccamenti e tradimenti, fughe e ritorni, sono il tempo senza tempo del suo viaggio a ritroso, verso un epilogo che è recupero e smarrimento. Il rebus di Giona.

Isole.jpg

Isole inizia con la fuga di Paola. Quarantacinque anni e una vita in apparenza perfetta, eppure qualcosa la spinge a lasciare tutto e a partire per un’isola di cui non viene fatto il nome, ma che ricorda Salina, una delle Eolie. È una disperata evasione da se stessa e da un’esistenza a cui sente di non appartenere. Dopo qualche giorno di solitudine ed una lunga introspezione, incontra Andrea e tra loro nasce un sentimento passionale e devastante, che mette definitivamente in crisi le sue certezze e la pone di fronte ad un’inevitabile scelta. Non può tornare indietro, ma sente che il legame con il passato è ancora forte e che qualunque decisione la porterà ad un confronto con la donna che è stata. La sua scelta rimarrà comunque sospesa ed inespressa. Ciò che conta non è chi o cosa lei scelga, ma il fatto che impari a farlo.​Contiene illustrazioni del maestro Pippo Madè

Dominio-Fronte.jpg

In un pianeta lontano, in un altro tempo. Nelle terre di Achad un uomo è ossessionato dal ricordo di un guerriero leggendario: colui che dominò il mondo con una mitica arma. Un'arma generata da un prezioso e inaccessibile minerale, un'arma che se donata al suo popolo lo renderebbe invincibile ed eletto. Il ricordo diventa perciò ricerca e la ricerca ossessione. L'ossessione scaturisce in odio e chi odia combatte una guerra spietata e sanguinosa. Un gruppo di giovani guidati da Vaiush sono l'unica via che Achad ha per sperare ancora in un futuro. Primo capitolo di una Saga, è un romanzo di fantascienza nella migliore tradizione sci-fi, ma con molti elementi di modernità, che unisce tradizioni cabalistiche alle più futuristiche tecnologie. Ogni capitolo è arricchito da una traccia della colonna sonora realizzata dall'autore, scaricabile tramite un QR Code.

Carne-e-ossa-Fronte-1.jpg

Maria è una giovane e seducente trentenne, sicura della propria femminilità, piacevolmente succube di un erotismo diverso, affascinante, a lei sconosciuto. La sua ormai profonda esperienza non può che superare i limiti del proibito, di quel che fino a un attimo prima era lecito e inviolabile. Una nuova, eccitante sfida le si presenta dinanzi: un uomo, non uno qualsiasi, bensì un vip famoso e dedito allo spettacolo, uno di quelli paparazzati senza tregua, uno dei cosiddetti "irraggiungibili". Inizialmente solo un sogno erotico a occhi aperti, diviene nel tempo sempre più umano e percepibile. Un provocare, quello di Maria, sottile ma eccitante e profondo, quanto basta a svelare la natura umana di una pseudo divinità fatta di carne e ossa, con tutte le sue debolezze e perversioni terrene. In una narrazione immersa nel quotidiano, una vicenda impossibile, che può essere una metafora del nostro rapporto con la vita ai tempi della crisi economica e morale.

Copertina.Probatio diabolica.jpg

"Probatio diabolica" si apre nel più paradossale dei modi. L'avvocato Lucio Cotta riceve nel suo studio un'agitatissima cliente, una sensitiva di nome Velia Tarquini che confessa l'omicidio del marito. Salvo precisare che il crimine è avvenuto in sogno e che l'assassina non era neanche lei, ma un suo clone. E, ciò nonostante, insiste nella sua richiesta di essere difesa. La vicenda, sorretta da un registro marcatamente comico, è ambientata nella città di Roma ai giorni nostri e contestualmente al tempo di Cicerone. Alternandosi tra le due epoche, le indagini dell'avvocato Cotta sveleranno un mondo popolato di maghi ciarlatani, di tarocchi e di improbabili trasmissioni radiofoniche ("Abracaradio"). Eppure, in questo universo di illusioni, in cui niente è come appare e nessuno è chi dice di essere, si sente tutto il sapore dell'autentica commedia umana.

Campania-Mortis.jpg

La Terra dei Fuochi non è semplicemente una brutta storia. È una vera e propria fabbrica di morte, la più crudele creatura del malaffare italiano. Castel Volturno, paradiso del passato, è oggi la periferia dell'Inferno a tutti gli effetti. Ma fino a che punto può arrivare la crudeltà umana? Fin dove ci si spinge? Nella piccola città di mare le cose cambiano con l'avvento del virus CTR3: lo scarto di un progetto bellico, un'arma capace di far perdere all'uomo ogni tratto di umanità. Nessuna coscienza, nessuna paura, gli infetti sono mossi solo dalla volontà di divorare chi non è stato annientato dal virus. Le persone colpite sono come zombie, capaci solo di distruggere, e nel giro di pochi giorni l'intera città è messa in ginocchio. La forza bruta adottata dal governo è in grado solo di arginare la crisi, ma non di risolverla. La città diventa un'enorme area di quarantena, dove nessuno può entrare né uscire. L'esercito si ritira fuori dal confine, a sorvegliare che nessuno valichi l'area. Non c'è piano d'evacuazione per i sopravvissuti, costretti a fronteggiare da soli i loro concittadini infetti e impossibilitati alla fuga, mentre fuori dal confine la tensione sale sempre di più.

Le-ore-buie-FRONTE.jpg

Le ore buie sono padrone della notte, quando, dall'imbrunire all'alba, ancestrali paure si fondono ad ataviche superstizioni e tutte le domande smettono di pretendere risposte. Diciassette racconti, ognuno ambientato in momenti diversi della notte e racchiusi nei tre spazi cruciali, crepuscolo, l'ora delle streghe e prima dell'alba, che vi terranno svegli in un continuo susseguirsi di tensione e suspense. Sono storie surreali, che si intrecciano nella vita concreta del lettore, antiche leggende ambientate in metropoli alienanti, storie del terrore costrette in claustrofobiche imbarcazioni sperdute nel mare o tra solitari paesaggi montani. Una sfida alla conoscenza comune e alla razionalità quotidiana, capitolo dopo capitolo, cercando di sviscerare il malessere sociale tra i meandri di oscuri presagi.

L'alienato-NUOVO-web.jpg

Anno 2075. Mattia Tornesi è un crudele assassino di donne. Alto, brutto, visibilmente disturbato, quest'uomo ha ereditato dal padre un colossale impero industriale, che spazia dall'energia elettrica alle comunicazioni. In collaborazione con altri loschi personaggi, Mattia riesce a estendere la sua influenza economica nell'intera Europa meridionale. Solo lui può controllare gli impianti elettrici e telematici, pertanto i suoi crimini sono tollerati dalle forze dell’ordine, per evitare che lasci la nazione priva di fonti energetiche e connettività.Vincenzo Altieri, rude e caparbio ispettore di polizia, non ci sta. A costo di lasciare l'Italia al buio, al freddo e senza linee telefoniche, decide di ricercare le ragioni di quella follia omicida, cominciando proprio dalla casa di Mattia. Verranno alla luce segreti inquietanti e indicibili perversioni sessuali. Le indagini di Altieri non si fermeranno nemmeno davanti alla sparizione delle persone a lui più care, in un inquietante crescendo di tensione.